I LABORATORI DIDATTICI...E METACOGNITIVI. COSA SONO?

 

 Partiamo con un esempio. Se a Giulio viene detto di studiare da pag 15 a 18 di storia, spesso non gli viene detto molto altro e il bambino deve trovare da solo un proprio metodo di studio : spesso così Giulio si ritrova a studiare a memoria o a studiare solo le parti dette dalla maestra, senza fare collegamenti e senza saper organizzare un discorso completo e autonomo.

Scopo dei laboratori e delle metodologie usate nel doposcuola è appunto questo, mostrare a Giulio che è possibile imparare come approcciarsi efficacemente alle pagine di storia e quindi:

  • come suddividere il carico di lavoro;

  • come individuare le parti importanti (parole chiave e indici testuali);

  • come sottolineare e fare mappe mentali e  schemi;

  • come attivare le sue conoscenze pregresse;

  • come fare collegamenti utili;

  • come rimanere concentrati per arrivare all’obiettivo;

  • come recuperare efficacemente in memoria;

  • come trasferire e applicare queste capacità anche alle altre materie e indirettamente anche negli altri ambiti della vita, dove capacità di concentrazione, autocontrollo e perseveranza nel compito sono sempre richieste;

  • come realmente APPRENDERE E COMPRENDERE.